Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

I colori del Кirghizistan

(1 Recensione)
Price
Da€980
Price
Da€980
Nome*
Email*
Messaggio*
Lista desideri

Adding item to wishlist requires an account

30

Perché prenotare con noi?

  • I migliori tour organizzati
  • Servizio clienti sempre disponibile
  • Assicurazione di viaggi

Hai qualche domanda?

Non esitate a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con voi.

+39 06.98382722

info@quattrovacanze.it

8 giorni
Disponibilità: 4-11 agosto 2019
Roma - Milano
Bishkek - Кirghizistan
Max People : 12
Dettagli del tour

Il Кirghizistan è un paese meraviglioso ed unico per la sua bellezza. Questa piccola oasi proprio nel cuore dell’Asia Centrale si distingue per grande varietà dei paesaggi naturali e il suo ammirevole lago azzurro – Issyk-Kul. Il Kirghizistan è spesso chiamato la “Svizzera orientale” grazie ai suoi monti inesplorati e alla natura ricchissima. Il patrimonio culturale e storico del popolo kirghiso è davvero molto interessante. Finora nel paese si sono conservati tutti gli aspetti peculiari della vita nomade. Appunto qui d’estate potrete vedere le yurte – le dimore portatili dei nomadi, decorate dai tappeti di feltro;  incontrerete anche glii stessi nomadi che vi accoglieranno calorosamente e vi faranno entrare nella loro yurta per assaggiare una bevanda tradizionale kirghisa – kumyz. Chi desidera potrà andare a cavallo ed assaggiare i buoni piatti nazionali!  

Programma delle partenze

  • Dal 4 all'11 agosto 2019

Partenza da

 Voli da Roma e Milano

Orario di partenza

Da determinare in prossimità della partenza

Il prezzo include

  • Organizzazione e direzione tecnica
  • Guida turistica professionale
  • Trasporti da e per l’aeroporto, tutti gli spostamenti verso le località indicate;
  • Escursioni come da programma e show d’addio folkloristico
  • Pernottamenti in camera doppia con trattamento di pensione completa
  • Ingressi e tassa ecologica secondo il programma
  • acqua potabile (1 litro per persona al giorno)

Non incluso

  • Volo aereo
  • Bevande extra oltre all’acqua (per pranzi e cene)
  • Eventuale supplemento per la camera singola
  • Polizza assicurativa di viaggio medico-bagaglio;
  • Eventuali spese personali, mance ad autista e guida
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne’ “La quota comprende”.
Prezzo del viaggio

Il viaggio è stato ideato per un gruppo di massimo di 12 persone, al fine di limitare l’impatto che potrebbe avere un gruppo troppo numeroso.

Il prezzo a persona a partire da:

Costo per il tour di 2019, per persona in Euro

 

Costo per persona in camera doppia– 980 euro

Costo per persona in singola– 1100 euro

 

Extra costo per persona in doppia in yurta – 15 euro

Extra costo per persona in singola in yurta – 25 euro

Le quote sono quindi soggette a riconferma al momento della prenotazione

Modalità di viaggio

  

Conoscenza approfondita della destinazione

Gli operatori locali vivono sul territorio e sono dunque dei veri esperti della destinazione,

organizzano viaggi fuori dagli schemi e condividono con il viaggiatore la loro esperienza e la loro passione.

Disponibilità immediata

Gli operatori locali offrono una disponibilità h24 a tutte le richieste e problematiche che possono essere presentate dai viaggiatori in maniera tale da offrire un viaggio sicuro.

Organizzazione professionale

I nostri corrispondenti locali fanno dell’organizzazione e soluzione delle problematiche, degli imprevisti, un punto di forza tramite la professionalità delle loro guide.

Prezzi senza intermediari

I prezzi del viaggio passano direttamente dagli  operatoti locali a noi e questo ci permette di offrire ai viaggiatori un costo molto concorrenziale.

Chi decide di partire per un viaggio del genere oltre a divertirsi e visitare luoghi poco convenzionali è desideroso di fare un’esperienza che lo possa arricchire.

Oltre ad essere un turista sincero, il viaggiatore dovrà anche essere dotato di un certo spirito di collaborazione.

Un viaggio che consigliamo a tutti, anche a famiglie con bambini.

Informazioni utili

Abbigliamento e corredo necessario

Potete prendere tutta la roba che vi serve.

Ma fate attenzione che nel periodo estivo la temperatura a Bishkek può raggiungere i 40 gradi centigradi, e di notte sulle montagne scende fino a 10 gradi centigradi.

 

Si raccomanda di prendere con se:

  1. Impermeabile
  2. Maglione/pullover
  3. Giacca a vento
  4. Magliette ed altra biancheria (pensate a prendere qualcosa con le maniche lunghe per evitare lesioni)
  5. Capello (ricordate che il sole può essere forte)
  6. Crema solare (SPF 30 o più)
  7. Spray repellente (un mezzo/spray contro gli insetti per la pelle e l’abbigliamento)
  8. Buon scarpe da trekking per le passeggiate in montagna
  9. Scarpe per le passeggiate in città
  10. Cassetta di pronto soccorso personale (i problemi più spesso incontrati sono: calli, bruciature, allergia, diarrea, stanchezza muscolare dopo le passeggiate. Prendete: farmaci anestetici e antistaminici, antibiotici e altri farmaci che vi serviranno).
  11. Completo per l’igiene personale (si raccomanda di prendere un gel per la disinfezione)
  12. Piccolo asciugamano
  13. Costume da bagno (per l’Issyk-Kul)
  14. Occhiali da sole
  15. Fotocamera
  16. Blocco per appunti e una penna per fare appunti durante il viaggio
  17. Piccolo zaino tranne vostra valigia normale
  18. Torcia elettrica
  19. Bacchette da trekking per le passeggiate
  20. Cambio di valuta – se volete cambiare soldi contanti dollari/euro/rubles nella valuta locale som (KGS) vi raccomandiamo prenderli in pezzi da 50,100 USD in perfetto stato!

                                                                      

•    Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
Passaporto/Carta d’identità valida per l’espatrio: necessario il passaporto, con validità residua di almeno tre mesi dalla data di ingresso nel Paese. Per eventuali modifiche relative alla validità residua del passaporto al momento dell’ingresso nel Paese, si consiglia di informarsi preventivamente presso la Rappresentanza diplomatico-consolare del Kirghizistan competente per l’Italia (Rappresentanza Permanente del Kirghizistan a Ginevra – Svizzera) o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto di ingresso: Non occorre il visto di ingresso per motivi di turismo e/o di affari relativamente a soggiorni non superiori ai 60 giorni. Qualora il soggiorno fosse superiore ai 60 giorni, è richiesto il visto rilasciato dalle competenti Autorità kirghise prima dell’entrata nel Paese.

Per altri casi il visto può essere richiesto presso l’Ambasciata del Kazakhstan a Roma, o presso il l’Ufficio consolare dell’Ambasciata del Kirghizistan a Ginevra: 1207 Genève – Suisse, rue du Lac 4-6, tel +41 22 707.92.20, fax +41 22 707.92.21, mail: kyrgyzmission@bluewin.ch

Formalità valutarie e doganali: al momento dell’arrivo nel Paese, occorre compilare una dichiarazione nella quale si indica, fra le altre cose, l’eventuale possesso di oggetti preziosi o armi. Il documento dovrà essere conservato fino al momento dell’uscita dal Paese. L’importazione e l’esportazione di valuta è libera. Per cifre consistenti, si consiglia tuttavia di effettuare una dichiarazione doganale all’arrivo. Sono diffusi sia gli sportelli di cambio valuta che gli sportelli per il prelievo di valuta. Anche l’uso della carta di credito è ormai largamente diffuso.

Divieto di importazione: armi e droghe. Le armi da caccia possono essere importate solo se dichiarate.

Limitazione di esportazione: oggetti di antiquariato di oltre 50 anni. Per quadri e altri beni artistici occorre munirsi del relativo permesso di esportazione rilasciato dall’apposito ufficio del Ministero della Cultura locale.

Itinerario di viaggio

Giorno 1 - 4 agosto Bishkek – Ala-Archa – Bishkek (40 km / 1 ora)

Arrivo a Bishkek la prima mattina. Dopo l’arrivo all’aeroporto internazionale « Manas » vi incontrerà la nostra guida. Trasferimento dall’aeroporto nella città prenderà 30-40 minuti.
Arrivo in albergo (arrivo in mattinata è incluso nel costo).

Dopo colazione e un breve riposo andrete in gita al Parco Naturale Nazionale Ala-Archa che si trova a 40 km dalla città. È un luogo popolare per i picnic, le passeggiate, le arrampicate, l’alpinismo. Sul territorio del parco si trovano circa 20 ghiacciai. La superficie del parco equivale a circa 200 km². Potete fare passeggiate lungo la strada asfaltata o seguire un stretto sentiero sul fianco del monte che vaarriva al top della collina da dove si vede una belissima gola. Se siete in buona forma fisica allora potete raggiungere la cascata (3,75 km/2,5-3 ore tragitto). Ritorno in città. Pranzo al ristorante.
Dopo pranzo visita della città compreso: il Monumento all’eroe nazionale Manas, il cambio della Guardia d’Onore, il monumento di Kurmanjan-Datka. L’escursione finisce sulla Piazza della Vittoria e poi c’è tempo per lo shopping per i souvenirs nel principale Centro Commerciale (lo ZUM).
Cena al ristorante locale.
(colazione – albergo, pranzo – ristorante locale, cena – ristorante locale).

Giorno 2 - 5 agosto Bishkek – lago Songkol (360 km / 6-7 ore)

Colazione in albergo.
Oggi faremo una lunga gita fino al lago Songkol e quindi la partenza è di prima mattina. La strada attraversa la gola di Boom, il bacino idrico Orto Tokoi e anche il passo Kalmak Ashuu (3445 м.)
Pranzo tipico nella famiglia kirghisa nel villaggio Kochkor.

Il lago montano Songkol è situato sulla catena di Tien-Shan all’altezza di 3016 m. La zona attorno al lago è un pascolo per il bestiame dal villaggio Kochkor e dalle regioni Naryn e Djumgal. Durante i mesi estivi il pascolo di Songkol si considera il migliore “jailoo” kirghiso. La strada che conduce al lago è solitamente molto ventosa e percorrendola non si percepisce la fine. Ecco perché Songkol si traduce dal kirghiso « l’ultimo lago ».

Arrivo nel campo delle yurte Songkol. Sistemazione nelle yurte (3-4 persone per ognuna). Qui avrete una bella occasione di sentirvi veri nomadi e fare conoscenza con il modo di vivere del popolo kirghiso.

La yurta è una dimora tradizionale dei popoli nomadi dell’Asia Centrale formata da una carcassa in legno coperta da uno o due strati di feltro. La costruzione di tale dimora non prende troppo tempo ed è molto pratica e confortevole per gli abitanti dei monti. Dentro la yurta è decorata da molti tappeti di feltro con gli ornamenti nazionali e ricami.
Cena e pernottamento nel campo delle yurte.
(colazione – albergo, pranzo – famiglia kirghisa locale, cena – campo delle yurte)

Giorno 3 - 6 agostoIl lago Songkol – Caravanserraglio Tash-Rabat (280 km / 5-6 ore)

Colazione nel campo delle yurte.
Dopo la colazione partenza per Tash-Rabat via passo Moldo-Ashuu (3665 m), da dove si vedono i monti di Tien-Shan e la strada-serpentina lungo la quale scendete giù. Sosta per il pranzo nella città di Naryn.

Naryn è una città della forma lunga e stretta, attraversata da un famoso fiume omonimo Naryn chiamato anche Syr Dariya, il fiume è il più grande del Kirghizstan e dell ‘Asia Centrale. È l’unica città del Kirghizistan dove la popolazione è composta per il 90% kirghisi.

All’arrivo nella gola di Kara Koyun la sistemazione nel campo delle yurte (4-6 persone in ognuna).
Il tempo libero per le passeggiate nei dintorni. La visita guidata del caravanserraglio Tash-Rabat si può fare il mattino del giorno seguente, quando il sole sorgerà.

Tash-Rabat — il caravanserraglio che si trova all’altezza di 3 200 m s.l.m.non lontano dal confine con la Cina – Torugart. La data della sua costruzione non è certa; però, ci sono varie ipotesi che sia stato costruito nel Х secolo. Alcuni studiosi lo considerano un monastero nestoriano, altri un albergo per le carovane commerciali e altri ancora insistono che sia stata una fortificazione. Allora è chiaro che nelle varie epoche Tash-rabat aveva diverse funzioni.
Cena e pernottamento nel campo delle yurte.
(colazione – campo delle yurte, pranzo – ristorante locale, cena – campo delle yurte).

Giorno 4 - 7 agostoCaravanserraglio Tash-Rabat – Naryn – villaggio Kochkor (230 km /4-5 ore)

Colazione nel campo delle yurte.
Dopo la colazione transfer a Kochkor via Naryn e il passo Dolon (3000 m).
Pranzo al ristorante a Naryn
Dopo pranzo visita della Moschea Centrale Blu, Piazza Centrale, Museo storico e etnografico.
A Kochkor visitate una cooperativa delle donne che fanno il feltro e lo shirdak (tapetti di feltro tradizionali).

Shirdak è un tappetto tradizionale dei nomadi che copre il suolo della yurta. La tecnologia della sua produzone è inclusa nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. È un processo di fatica che richiede un minuzioso lavoro (scelta di colore, ornamenti, tecnica di produzione).

Chi desidera può fare conoscenza con quest’arte antica (a pagamento)
Cena e pernottamento nella famiglia kirghisa.
(colazione – campo delle yurte, pranzo– ristorante locale, cena – famiglia locale)

Giorno 5 - 8 agostoVillaggio Kochkor – gola Jeti-Oguz – città di Karakol (270 km /5-6 ore)

Colazione con la famiglia locale.
Quindi trasferimento per la città di Karakol lungo la costa meridionale del lago Issyk-Kul.

Karakol non è molto grande ma è una città molto interessante con architettura tradizionale russa. È stata eretta a meta di ХIX secolo ed è diventata un’insediamento di una guarnigione importante sul territorio della regione di Issyk-Kul.

Lago Issyk-Kul ha le origini tettoniche e il secondo lago di tipo alpino più grande al mondo dopo il lago Titikaka in America del Sud. Misura 182 km di lunghezza e 58 km di larghezza, 668 m di massima profondità. In estate la temperatura dell’acqua raggiunge i 20-25 gradi centigradi.

Strada facendo ammiriamo il cambio dei paesaggi. Sosta per una passeggiata in uno di quei posti fantastici come il canyon Skazka (Favola).
Il canyon sullo sfondo blu scuro del lago Issyk-Kul è molto pittoresco. Dopo la passeggiata proseguiamo nel villaggio Tamga. Pranzo in famiglia locale.
Dopo pranzo continuiamo la gita nella gola Jeti-Oguz.

«Jeti Oguz» dal kirghiso si traduce come «Sette buoi». Rispetto al canyon Skazka in questa gola pittoresca le montagne e le colline sono coperte da un bosco di abeti del Tien-Shan. All’ingresso nella gola incontrerete una famosa roccia il «Cuore Spezzato», e dopo la salita in cima potrete osservare la roccia «Sette buoi». Qui la guida vi racconterà la leggenda di questi monti. Nel periodo sovietico è stato costruito il sanatorio con le acque di radon e la gente da tutta l’Unione Sovietica ci arrivava per le cure. Anche i cosmonauti ci venivano per la reabilitazione compreso lo stesso Yuri Gagarin.

Dopo la passeggiata trasferimento a Karakol, sistemazione in albergo.
Cena nella famiglia dei dungan / uigur.
(colazione – famiglia locale, pranzo – famiglia locale, cena – famiglia locale)

Giorno 6 - 9 agostoKarakol – Cholpon-Ata (150 km /2,5 -3 ore)

Colazione in albergo.
Dopo la colazione visita della Moschea Dungan, una costruzione unica nello stile della pagoda cinese. Visitate anche la Cattedrale ortodossa di Santa Trinità costruita in legno senza nessun chiodo. Nella cattedrale ortodossa si trova una famosa Icona Tikvina della Madre di Dio dipinta nel 1897.

Dopo una breve escursione nella città – visita del museo di N.M.Przhevalsky, un famoso viaggiatore russo, esploratore del continente asiatico.
Più tardi trasferimento a Cholpon-Ata. Pranzo al ristorante.

Dopo pranzo visita al Museo di Petroglifi all’aria aperta a Cholpon-Ata.
I petroglifi sono di un periodo dei Sak e Usun dai secoli X-VII a.C. fino ai secoli III-V d.C. Il territorio dove si trovano i petroglifi è situato ai piedi del monte Kyungei Ala-Too con una bella vista sul lago.

Trasferimento in albergo. Tempo libero.
Sistemazione e cena in albergo.
(colazione – albergo, pranzo – ristorante, cena – albergo).

Giorno 7 - 10 agostoCittà di Cholpon-Ata – città di Bishkek (280 km / 5- 6 ore)

Colazione in albergo.
Dopo colazione ritorno a Bishkek.
Durante la strada visitate il complesso architetturale e archeologico la Torre di Burana (patrimonio dell’umanità UNESCO).

La Torre di Burana (un minareto antico) situata a 12 km dalla città di Tokmok. È l’ultima testimonianza dell’antica città sogdiana chiamata Balasagun, fondata intorno al IX secolo. Questa città aveva un significato strategico sulla Via della Seta. Qui visitate un piccolo museo con gli oggetti ritrovati durante gli scavi che vi raconteranno di questo antico insediamento e farete la conoscenza della la collezione di Balbal, le sculture in pietra sepolcrali turche.
Pranzo nella famiglia kazaka a Tokmok.
Arrivo a Bishkek, sistemazione in albergo.
A discrezione: Escursione al bazaar di Osh (il lunedi è chiuso).

Cena d’addio al ristorante locale con lo show folcloristico.

I musicisti suoneranno le melodie del popolo kirghiso apposta per voi e vi faranno conoscere gli strumenti musicali tradizionali. Sentirete il canto e goderete le melodie trasognanti dei nostri progenitori.

Pernottamento in albergo.
(colazione – albergo, pranzo – famiglia locale, cena – ristorante)

Giorno 8 - 11 agostoBishkek – aeroporto (35 km/40-45 min)

Colazione mattino presto.
Trasferimento all’aeroporto.
(colazione – albergo)

Mappa

Foto
1 Recensione
Sort By:RatingDate

ROBERTO

Group Traveller

Un viaggio alla scoperta di una gemma dell’Asia centrale, tra maestose montagne, incredibili bellezze e tesori naturali, lungo la Via della Seta.
Vieni a conoscere la storia dei nomadi conquistatori e coloni la cui eredità architettonica riporta alla memorie imperi dimenticati e antiche religioni.

Novembre 26, 2018