Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Mistico Nepal – Il paese natale del Budda Gautama

0
Volo sull'Everest
Da€1,186
Volo sull'Everest
Da€1,186
Nome*
Email*
Messaggio*
Lista desideri

Adding item to wishlist requires an account

393

Perché prenotare con noi?

Hai qualche domanda?

Non esitate a chiamarci. Siamo un team di esperti e siamo felici di parlare con voi.

+39 06.98382722

info@quattrovacanze.it

9 giorni
Disponibilità: da febbraio a dicembre
Roma e Milano
Nepal

Con volo aereo sull’Everest

Dettagli del tour

La diversità della cultura, la bellezza della terra e della natura rende il Nepal una destinazione di viaggio unica. Il sorriso di benvenuto della gente del posto e l’ospitalità offerta qui ti danno una piacevole accoglienza ovunque tu decida di andare. Il Nepal è un paese senza sbocco sul mare situato nell’Asia meridionale, con un’area di 147.181 chilometri quadrati. Si trova sull’Himalaya e confina a nord con la Cina ea sud, est e ovest con l’India.

INCONTRA IL POPOLO DEL NEPAL

Tieni le mani in mano e dì Namaste per vedere il popolo del Nepal restituire il tuo gesto con alcuni dei sorrisi più accoglienti del mondo. Può sembrare un cliché, ma la gente del Nepal è tra le più amichevoli che abbiate mai incontrato.  Namaste,  la forma comune di salutarsi l’un l’altro in Nepal, significa in sanscrito “il divino in me si inchina al divino in te”.

Il Nepal è un paese eterogeneo e sede di molteplici religioni, razze, tribù e culture. Il paese con oltre 100 gruppi etnici è letteralmente un crogiolo di molte (più di 90) lingue ed etnie.

È affascinante apprendere come tutti questi diversi gruppi di persone si siano adattati al proprio ambiente a modo loro. Essendo l’innaccessibilità delle montagne è possibile visitare persone per chi sembrava che il tempo si fosse fermato. I buoi arano la terra, i fabbri neri fabbricano gli attrezzi di cui gli abitanti del villaggio hanno ancora bisogno con le mani, il cibo è preparato. Il forno a legna nepalese di Chulo è fatto di fango. Visitare i villaggi nepalesi è come visitare un museo di storia all’aria aperta.

Nelle grandi città del Nepal il live moderno è mescolato con antiche tradizioni per lo più visibili durante le feste, ma chi cammina attraverso i piccoli vicoli di Kathmandu o Patan dove compratori e venditori di artigianato, spezie e vestiti danno vita a un’esperienza unica della città che troverete in Nepal è anche come se fossi buttato indietro nella storia.

Lo sapevi che quando incontri persone in Nepal probabilmente ti chiederanno; “Avete avuto il vostro tè?” o “Hai pranzato?” invece di chiedere “Come stai?”. Tuttavia, l’intenzione principale è conoscere la tua salute. Quindi, se rispondi onestamente che non l’hai fatto, allora c’è un’alta probabilità che ti invierai al loro posto nella conversazione successiva.

Forse, questa è la ragione principale, perché un turista non può rimanere un turista per molto tempo in Nepal. Una volta che un turista inizia a conoscere il luogo e la sua gente, non è più un estraneo – è un ospite stimato e gli ospiti sono considerati dei in Nepal.

I modi migliori per incontrare la gente del Nepal sono durante il trekking, passeggiando per le strade delle città.

Esperienza da trattare come un Dio per te la prossima visita in Nepal.

Programma delle partenze

  • da febbraio a dicembre

Partenza da

Milano e Roma

Orario di partenza

Il prezzo include

  • Organizzazione e direzione tecnica
  • 8 pernottamenti in camera doppia con prima colazione
  • Trasporti da e per l’aeroporto, tutti gli spostamenti verso le località indicate;
  • Escursioni come da programma, con guida in lingua inglese
  • Volo aereo sull'Himalaya
  • Tasse, parcheggi, tassa d'ingresso in vigore al momento del viaggio

Non incluso

  • Volo aereo internazionale, eventuali tasse aeree e aeroportuali.
  • Visto per l'ingresso in Nepal
  • Pasti esclusi la cena al Summit River Lodge.
  • Polizza assicurativa di viaggio medico-bagaglio;
  • Eventuali spese personali
  • Tutto ciò non espressamente indicato ne’ “La quota comprende”.
Prezzo del viaggio

Il viaggio è stato ideato per un gruppo di minimo 2 persone

Il prezzo a persona a partire da :

  • 1.186 euro (minimo 2 persone)
  • Scontistica per gruppi

Le quote sono quindi soggette a riconferma al momento della prenotazione

Modalità di viaggio

Gli spostamenti verranno effettuati in auto o pulmino privato 9 posti.

Gli alloggi sono graziosi e molto caratteristici (tutte le camere con bagno).

Chi decide di partire per un viaggio del genere oltre a divertirsi e visitare luoghi poco convenzionali è desideroso di fare un’esperienza che lo possa arricchire.

Oltre ad essere un turista sincero, il viaggiatore dovrà anche essere dotato di un certo spirito di collaborazione.

Un viaggio che consigliamo a tutti, anche a famiglie con bambini.

Informazioni utili

 Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi e comunque superiore al periodo di permanenza nel Paese.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento  “Prima di partire – documenti  per viaggi all’estero di minori”. 

Visto d’ingresso: obbligatorio. E’ possibile ottenere il visto direttamente all’ingresso nel Paese presso la frontiera terrestre o all’aeroporto di Kathmandu presentando il passaporto (con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo) e due foto tessera. E’ inoltre possibile ottenere il visto presso il Consolato Onorario del Nepal a Roma (Largo C. Grigioni 7/8 – 00152 Roma; tel.: 0039 0653293402/403/405; fax: 0039 06 53293416; e¬mail: paoloavventure@tin.it). Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito:
http://www.nepalimmigration.gov.np/ .  
Nel caso ci si rechi in Nepal con un volo in transito per l’India, si consiglia di munirsi di un visto di transito da richiedere alle Autorità consolari indiane in Italia. In assenza del visto non è possibile lasciare la zona aeroportuale (es. in caso di ritardi nelle coincidenze).
Non è consentito svolgere attività lavorative né di volontariato con il visto turistico. Eventuali violazioni potrebbero essere perseguite dalle autorità nepalesi anche in sede penale.
E’ in vigore in Nepal un sistema di registrazione dei turisti stranieri denominato “Trekkers’ Information Management System” (TIMS), pertanto chi si reca in Nepal per effettuare un trekking, inclusi coloro che non fanno parte di un gruppo organizzato, devono essere in possesso di una carta TIMS emessa dalle agenzie “Trekking Agency Association of Nepal” TAAN o dal “Nepal Tourism Board” NTB. In caso di emergenza, questo sistema aiuterà le autorità locali a individuare i turisti. Le carte TIMS possono essere richieste in Nepal presso agenzie di trekking autorizzate, presso gli uffici TAAN di Kathmandu e Pokhara o presso l’ufficio NTB a Kathmandu. Per maggiori informazioni, si prega di consultare i siti http://www.taan.org.np (TAAN) e http://www.welcomenepal.com (NTB).

Formalità valutarie
: all’ingresso nel Paese vi è l’obbligo di dichiarare il possesso di valuta oltre i 5000 dollari USA. La mancata dichiarazione è considerata un reato. Le Rupie nepalesi non sono esportabili.
Per i viaggiatori provenienti dall’India che posseggano Rupie indiane si fa presente che sono accettate, e consentite, le banconote in Rupie indiane di taglio non superiore alle 100 Rupie. Non e’ ammessa l’importazione di banconote da 500 e delle banconote da 2.000 Rupie indiane, recentemente introdotte in India. Negli alberghi e nei negozi più strutturati della capitale sono accettate le carte di credito internazionali (visa, ecc.) a condizione che non siano state rilasciate da un Istituto bancario indiano.  

 Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi e comunque superiore al periodo di permanenza nel Paese.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento  “Prima di partire – documenti  per viaggi all’estero di minori”. 

Visto d’ingresso: obbligatorio. E’ possibile ottenere il visto direttamente all’ingresso nel Paese presso la frontiera terrestre o all’aeroporto di Kathmandu presentando il passaporto (con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo) e due foto tessera. E’ inoltre possibile ottenere il visto presso il Consolato Onorario del Nepal a Roma (Largo C. Grigioni 7/8 – 00152 Roma; tel.: 0039 0653293402/403/405; fax: 0039 06 53293416; e¬mail: paoloavventure@tin.it). Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito:
http://www.nepalimmigration.gov.np/ .  
Nel caso ci si rechi in Nepal con un volo in transito per l’India, si consiglia di munirsi di un visto di transito da richiedere alle Autorità consolari indiane in Italia. In assenza del visto non è possibile lasciare la zona aeroportuale (es. in caso di ritardi nelle coincidenze).
Non è consentito svolgere attività lavorative né di volontariato con il visto turistico. Eventuali violazioni potrebbero essere perseguite dalle autorità nepalesi anche in sede penale.
E’ in vigore in Nepal un sistema di registrazione dei turisti stranieri denominato “Trekkers’ Information Management System” (TIMS), pertanto chi si reca in Nepal per effettuare un trekking, inclusi coloro che non fanno parte di un gruppo organizzato, devono essere in possesso di una carta TIMS emessa dalle agenzie “Trekking Agency Association of Nepal” TAAN o dal “Nepal Tourism Board” NTB. In caso di emergenza, questo sistema aiuterà le autorità locali a individuare i turisti. Le carte TIMS possono essere richieste in Nepal presso agenzie di trekking autorizzate, presso gli uffici TAAN di Kathmandu e Pokhara o presso l’ufficio NTB a Kathmandu. Per maggiori informazioni, si prega di consultare i siti http://www.taan.org.np (TAAN) e http://www.welcomenepal.com (NTB).

Formalità valutarie
: all’ingresso nel Paese vi è l’obbligo di dichiarare il possesso di valuta oltre i 5000 dollari USA. La mancata dichiarazione è considerata un reato. Le Rupie nepalesi non sono esportabili.
Per i viaggiatori provenienti dall’India che posseggano Rupie indiane si fa presente che sono accettate, e consentite, le banconote in Rupie indiane di taglio non superiore alle 100 Rupie. Non e’ ammessa l’importazione di banconote da 500 e delle banconote da 2.000 Rupie indiane, recentemente introdotte in India. Negli alberghi e nei negozi più strutturati della capitale sono accettate le carte di credito internazionali (visa, ecc.) a condizione che non siano state rilasciate da un Istituto bancario indiano.  

Itinerario di viaggio

Giorno 1 Arrivo a Kathmandu

All’arrivo, dopo lo sdoganamento nella sala arrivi, il rappresentante della nostra azienda vi accoglierà. Sulla strada per l’hotel, il nostro rappresentante ti informerà sul nostro paese e sulle cose da fare e da non fare in generale e l’orario dell’incontro sarà progettato per il programma.

Pernottamento in hotel.
Un hotel di lusso di alta qualità, questo hotel è ideale sia per i viaggiatori d’affari che di piacere. Situato vicino al quartiere degli affari di Kathmandu, è vicino al sito Patrimonio dell’Umanità Patan Durbar Square. L’hotel offre 125 camere spaziose nelle categorie executive e de luxe. Tutte le camere sono dotate di accesso internet a banda larga, TV satellitare, minibar, cassaforte elettronica, asciugacapelli, aria condizionata e set per la preparazione di tè e caffè. C’è una ampia scelta di posti dove mangiare e bere, dal Cafe Horizon che si affaccia sul giardino, Tea Lounge, Base Camp Bar e Terrace Dining Room. Il business centre ben attrezzato dell’hotel offre attrezzature all’avanguardia per i viaggiatori aziendali che cercano assistenza di segreteria. Ci sono due piscine al di fuori, una per adulti e un’altra per bambini, così come un campo da tennis in terra battuta. L’hotel offre un desk per i viaggi, una galleria di negozi, lavanderia e pulitura a secco, dottori su chiamata, babysitter, cassaforte, wi-fi e parcheggio.

Giorno 2Volo sull’Everest

Prime ore del mattino: volo sull’Everest a seguire visita della città di Kathmandu, Swyambhunath e Bhakatpur
Prime ore del mattino: uno dei modi migliori per avvicinarsi all’Himalaya è il volo in montagna che ti porta accanto alle meravigliose cime per un’ora di emozionanti visite turistiche. I voli di montagna che decollano da Kathmandu forniscono, spettacolari vedute ravvicinate della catena dell’Himalaya orientale. Mountain Flight è un’opportunità per la vita di avere una visione estremamente ravvicinata di queste magnifiche vette che si ergono sopra gli 8000 metri, incluso l’Everest (8848 m), la vetta più alta del mondo.

AM: La Piazza Durbar di Kathmandu, inserita dall’Unesco tra gli otto siti Patrimonio dell’Umanità, è un insieme di antichi templi, palazzi, cortili e strade che risalgono al XII e al XVIII secolo. La piazza è nota per essere il punto focale sociale, religioso e urbano della capitale. La nostra visita a Durbar Square include i seguenti templi: Kumari Chowk, (il cortile della dea vivente “Kumari”), il tempio di Ganesh e il santuario di KalBhairav. Visiterete anche il Tempio Aakash Bhairav, il Tempio di Lord Machhendranath e il cortile di Itumbahal. Itumbahal è un antico insediamento situato in un ampio cortile e famoso per i suoi commercianti di spezie e medicinali a base di erbe. Da Durbar Square proseguiamo verso Indrachowk, uno dei mercati più colorati di Kathmandu. Terminiamo il nostro tour con una passeggiata al chowk di Ason e al suo tempio di Annapurna, dedicato alla dea dei cereali. Più tardi visiterai Swayambhunath che è uno dei santuari più antichi e più venerati del paese. Arroccato in cima a una collina conica, la sua cupola bianca alta e la sua guglia dorata scintillante con gli “occhi che tutto vedono” è non solo un punto di riferimento principale della valle, ma allo stesso tempo, un simbolo del Nepal. Lo stupa è stato un importante luogo di pellegrinaggio buddista sin dal V secolo. Buddha Jayanti (Compleanno del Buddha), Gunla (un festival di un mese) e Lhosar (Capodanno tibetano) sono celebrati con gusto qui. È possibile raggiungere il santuario salendo 365 gradini sulla collina, o da una strada tortuosa sull’altro lato. Vedrai numerosi chaitya e templi nel complesso, ma fai attenzione soprattutto al misterioso Tempio Shantipur, all’interno del quale si dice che viva l’ottantesimo Tantrico Shantikar Acharya la cui meditazione lo ha tenuto in vita per molti secoli! A ovest una delle ultime aggiunte; una statua gigante di 57 piedi del Buddha con in un’area del parco.

PM: Visita della città di BHAKTAPUR DURBAR SQUARE. La Bhaktapur Durbar Square è un assortimento di templi in stile pagoda e shikhara raggruppati attorno a un palazzo di mattoni e legno di cinquantacinque finestre. La piazza è parte di un’affascinante valle in cui si evidenziano gli idoli degli antichi re appollaiati su monoliti di pietra, le divinità guardiane che guardano fuori dai loro santuari, le sculture in legno in luogo molto – montanti, architravi, timpani, porte e finestre – tutto sembra formare una sinfonia ben orchestrata.
Pernottamento in hotel

Giorno 3Trasferimento Kathmandu a Kurintar, 3 ore di guida 106 km

Lasciata Kathmandu su una delle strade più trafficate del paese, Prithivi Higway può essere lenta, ma una volta fuori dalla città i panorami sono impressionanti: il fiume Trisuli e l’imponente centrale del progetto idroelettrico Marsyangdi e antichi villaggi di pietra sostenuti da ripide terrazze di riso e le montagne sullo sfondo. Guida per ca. 3 ore, 106 km e raggiungerai Kurintar. All’arrivo a Kurintar attraversare un ponte sospeso e camminare per ca. 30 minuti per raggiungere Summit River Lodge.
Pernottamento al Lodge.
Immerso nelle colline semi-tropicali sulle rive del fiume Trisuli, Summit River Lodge definisce la serenità. Facilmente accessibile sia da Kathmandu che da Pokhara, il Summit River Lodge si trova nel posto giusto per una rilassante sosta o per rilassarsi dopo un’emozionante escursione di rafting sul fiume Trisuli.
I bungalow in stile coloniale sono situati tra giardini tropicali, digradanti verso le spiagge sabbiose del fiume. Summit River Lodge offre confortevoli bungalow privati con un sacco di spazio per rilassarsi, leggere, meditare, o semplicemente immergersi nella nostra piscina a sfioro per un pomeriggio pigro. Summit River Lodge è il luogo perfetto per una fuga di fine settimana con i tuoi cari. Un’esperienza rurale in grande comfort!

Giorno 4Trasferimento Kurintar a Lumbini.

Escursione di 30 minuti e attraversando una sospensione raggiungerai l’autostrada dove il vostro veicolo si incontrerà con voi per raggiungere Lumbini, 160 km, ca. 5 ore di guida.
I lavori in corso sull’autostrada Narayanghat-Mugling per l’allargamento della strada che è a ca. 30 minuti in auto da Kurintar, e di ca. 3 ore di guida a 110 km da Kathmandu e la realizzazione è in corso nel raggio di 30 km che richiederebbe circa 2 ore per l’attraversamento considerando la superficie ruvida. Questa parte della strada viene chiusa ogni giorno per 3 ore a partire dalle 11.00 fino alle 15.00, in modo che possano lavorare senza interferenze. Pertanto, per evitare la chiusura dell’autostrada, consigliamo agli ospiti di guidare da Kurintar in anticipo, in modo che possano passare la fase di costruzione prima che venga chiusa, il che può causare un ingorgo pazzesco.

Lumbinī (nepalese e sanscrito: लुम्बिनी, “the lovely”) è un sito di pellegrinaggio buddista nel distretto di Rupandehi in Nepal. È il luogo in cui, secondo la tradizione buddista, la regina Mayadevi diede alla luce Siddhartha Gautama nel 563 aEV. Gautama, che raggiunse l’illuminazione intorno al 528 aEV, divenne il Buddha Gautama. Lumbini è uno dei tanti magneti per il pellegrinaggio che sorsero in luoghi cruciali per la vita di Gautama Buddha.
Pernottamento al Buddha Maya Garden
Situato in una zona tranquilla e serena del Lumbini World Heritage Garden, il Buddha Maya Garden Hotel and Resort si trova a poco più di cinque minuti a piedi dai principali templi di Lumbini. Il Buddha Maya Garden dispone di camere confortevoli e di uno staff cordiale e competente che può aiutarvi a pianificare la vostra visita ai magnifici monumenti e monasteri e alle affascinanti rovine archeologiche nelle vicinanze. L’hotel offre 3 tipi di camere standard, deluxe e suite. Tutte le camere, i ristoranti e le strutture sono di alto livello in linea con la qualità del gruppo Kathmandu Guest House.

Giorno 5 Visita al giardino di Lumbini.

Lumbini, è terreno sacro come Buddha Shakyamuni che è nato qui nel Nepal meridionale più di duecento cinquanta anni fa. Essendo un luogo di nascita sacro, è un importante luogo di pellegrinaggio per i buddisti di tutto il mondo. Molti scavi hanno avuto luogo qui intorno a questa piccola città nelle pianure del sud del Terai in Nepal. Le rovine della città vecchia sono chiaramente visibili e molti reperti sono stati portati alla luce durante gli scavi. Il Budda Shakyamuni nacque come principe secondo le regole del piccolo principato. Punti di riferimento importanti sono il tempio Maya Devi e il pilastro di Ashoka. I resti di molti antichi stupa e monasteri si possono trovare nei dintorni di Lumbini. Si dice che il pilastro di Ashoka sia stato eretto dall’imperatore indiano Ashoka nel 250 aC e reca un’iscrizione che lo conferma come luogo di nascita del Buddha. Un’immagine di pietra di Maya Devi che dà alla luce il Signore Buddha mentre tiene su un ramo è vista nel tempio di Maya Devi. La convinzione che toccarlo renderà fertile una donna ha portato all’erosione come migliaia di mani l’hanno accarezzato.
A sud del tempio c’è la piscina sacra dove si dice che Maya Devi abbia fatto a suo figlio il suo primo bagno di purificazione. Ombreggiato dal frondoso albero di Bo (il tipo di albero sotto il quale il Buddha ha ricevuto l’illuminazione), è un giardino tranquillo e una foresta appena piantata vi dà un’atmosfera di tranquillità. Un Master Plan del Lumbini Development Trust è stato elaborato decenni fa e lo sviluppo è finalmente in corso. Il piano, completato nel 1978 dal famoso architetto giapponese Kenzo Tange, trasformerà tre miglia quadrate di terra in un luogo sacro di giardini, piscine, edifici e boschetti. Lo sviluppo includerà una zona monastica, il giardino sacro circolare che circonda il pilastro di Ashoka e il tempio Maya Devi, e il villaggio di Lumbini, comprendente alberghi, ristoranti, un centro culturale e strutture turistiche.
Nel corso degli anni, sono stati costruiti molti stupa e monasteri che rappresentano comunità buddiste di numerosi paesi di tutto il mondo. A Kapilvastu, nei pressi di Lumbini, c’è un sito di scavo che evoca l’antico palazzo in cui il Signore Buddha trascorse i suoi anni di formazione. Le rovine includono fondazioni sparse del palazzo e tredici strati successivi di abitazioni umane risalenti all’VIII secolo aC; assolutamente da vedere per gli studenti di archeologia e storia.
Pernottamento al Buddha Maya Garden

Giorno 6 Trasferimento da Lumbini a Pokhara

Da Lumbini a Pokhara, la guida è quasi diritta verso nord, lungo l’autostrada Siddhartha. Il percorso è drammatico, si snoda e si trasforma in valli sfregiate da frane e offre spettacolari vedute dell’Himalaya. Salendo per oltre 1000 metri, la strada scende anche al profondo e fumoso fondo della gola del potente Kali Gandaki. Durante il monsone questa strada può essere bloccata da un fondo o una frana che richiede la strada più lunga verso est fino a Bharatpur, al margine settentrionale di Chitwan, prima di svoltare a nord per raggiungere l’affollata autostrada Prithvi a Mugling, seguendola a ovest verso Pokhara. (200 km, 8 ore ).

Pernottamento al Temple Tree Resort, Pokhara

Un hotel boutique situato vicino al lago Fewa nella valle di Pokhara. Temple Tree è incorniciato dalle colline e dalle maestose vette della catena montuosa dell’Annapurna. Tutte le camere sono in cottage a due piani rifiniti in pietra tagliata a mano e con montanti e pilastri in legno splendidamente decorati. Ogni camera ha un balcone privato con pergolato che si affaccia su un rigoglioso giardino. Tutte le camere sono climatizzate, dotate di TV LCD con canali satellitari di serie e accesso alla connessione Wi-Fi gratuita. 2 ristoranti e un bar offrono una varietà di cucine e l’informalità dei pasti.

Giorno 7 Visita al World Peace Stupa

intera giornata di visita al World Peace Stupa seguita da gite in barca sul Lago Pewa e successivamente alla visita della città di Pokhara
Escursione a WORLD PEACE STUPA e gite in barca sul lago Phewa. World Peace Pagoda, una massiccia Stupa buddista situata sulla cima di una collina sulla sponda meridionale del Lago Phewa. Oltre ad essere uno spettacolo impressionante in sé, il santuario è un ottimo punto panoramico che offre una vista spettacolare sulla catena dell’Annapurna, sul Lago Phewa e sulla città di Pokhara. Risaliamo la foresta di Raniban attraversando il ponte sospeso. Dopo 2 ore di cammino raggiungiamo Stupa e godiamo della bellezza spirituale e paesaggistica. Scendere dalla Pagoda è più piacevole con la vista del Lago Phewa e delle montagne. Attraversiamo il lago dopo i 20 minuti di navigazione con la visita al tempio dell’isola (tempio Barahi) nel mezzo del lago.

Più tardi: la gita in barca nell’incantevole lago Phewa è la principale attrazione di Pokhara. Pagaiare nel mezzo del lago è un bel modo per trascorrere un pomeriggio tranquillo. Il lago Phewa è il più grande lago della valle di Pokhara e il secondo lago più grande del Nepal. Circondato dalle colline di Sarangkot e Kaskikot, il lago custodisce un tempio in stile pagoda, il tempio di Barahi è il monumento religioso più importante nella località turistica di Pokhara. Eretta nel centro del lago Phewa, questa pagoda a due piani è dedicata a Barahi, la terza incarnazione del dio indù Vishnu nella forma di un cinghiale.

Visita di mezza giornata a POKHARA CITY. Proseguiamo per le visite della città, seguite dalla visita alle cascate di David, al Tempio Bindebasisni, alla gola di Seti e anche al campo di insediamento tibetano.

Giorno 8Trasferimento da Pokhara a Kathmandu

Lasciando Pokhara sulla Prithvi Highway, si risale dalla valle di Seti verso le colline centrali, con la sua vista di profonde gole rocciose attraversate da fiumi rapidi e precari ponti sospesi. Questa è la strada più trafficata del Nepal, specialmente dopo l’incrocio di Mugling, quindi concentrati sulle magnifiche viste sulle montagne, non sul traffico lento. Circa 205 km, ma può richiedere 6 ore.

Pernottamento all’Hotel Himalaya, a Kathmandu

Giorno 9Partenza

Trasferimento in partenza all’aeroporto per collegarsi al volo successivo.

Mappa

Foto